Previsti i fondi per i controlli sull’omologazione delle ruote


La Legge di Stabilità 2016 (art. 1 comma 655) ha autorizzato la spesa di 5 milioni di euro nel 2016 per le verifiche dei livelli di emissione dei veicoli nuovi e in circolazione e per le verifiche di conformità su veicoli e dispositivi a tutela della sicurezza stradale.

Previsti espressamente anche i controlli sull’omologazione ruote.

Il Decreto del 26 febbraio 2016 del Ministero dei Trasporti (G:U. n. 58 del 10 marzo 2016), in attuazione delle disposizioni della Legge di Stabilità, stabilisce, oltre ai controlli sulle emissioni inquinanti, che i veicoli, i componenti, i dispositivi ed i sistemi omologati siano oggetto di verifiche tecniche straordinarie sui requisiti di omologazione. Sono soggetti ai controlli sulle omologazioni:
1. ciclomotori; motoveicoli; autoveicoli e rimorchi;
2. caschi protettivi per utenti di veicoli a due ruote;
3. sistemi di ritenuta per bambini;
4. pneumatici per autoveicoli, motocicli e ciclomotori;
5. ruote (DM 20 del 10 gennaio 2013);
6. guarnizioni di attrito per i sistemi frenanti dei veicoli.

La Direzione Generale della Motorizzazione, con successivi decreti, stabilirà le modalità, le metodologie di prova ed i corrispondenti requisiti di accettabilità relativi alle verifiche di conformità al tipo omologato. Verifiche e prove saranno effettuati dalla Direzione Generale della Motorizzazione attraverso i propri uffici, istituti specializzati o idonei laboratori. In caso di irregolarità, fatto salvo che il fatto non costituisca reato, il Decreto rimanda alle sanzioni previste dal Codice della Strada, dal Codice del Consumo e da alcune Direttive Europee.

DCF 1.0